Percorso:
Stop alla violenza

 
 
freccia
Stampa Stampa
Condividi Email
Segnala il contenuto
E-mail del destinatario

 
E-mail di chi invia la segnalazione

 

Inserire il codice di verifica visualizzato: 9FC54F

Codice di verifica 

Spunta

Contro la violenza nello sport

La violenza nel mondo dello sport, e in particolare nel calcio, è un problema avvertito da anni anche in Europa. Episodi particolarmente gravi avvenuti durante lo svolgimento di manifestazioni sportive internazionali hanno condotto alla firma, e successiva ratifica, della Convenzione Europea sulla violenza e i disordini degli spettatori durante le manifestazioni sportive, segnatamente nelle partite di calcio, conclusa a Strasburgo il 19 agosto del 1985 dagli Stati membri del Consiglio d'Europa e dagli altri Stati parte nella Convenzione culturale europea.

Successivamente, sono seguiti numerosi provvedimenti da parte delle Istituzioni comunitarie, tra i quali, si segnalano:

  • la Raccomandazione del Consiglio del 22 aprile 1996 sugli orientamenti per prevenire e limitare i disordini in occasione delle partite di calcio: in cui si suggerisce agli Stati membri di adottare un formulario unico per le relazioni dei servizi di informazione della polizia su gruppi di fomentatori di disordini noti o sospetti e che vi sia scambio di informazioni sulle tecniche per prevenire i disordini in occasioni di manifestazioni sportive di qualunque genere (Gazzetta ufficiale n. C 131 del 3 maggio 1996);
  • la Risoluzione del Consiglio del 9 giugno 1997 sulla prevenzione e repressione di atti di teppismo in occasione delle partite di calcio (Gazzetta ufficiale n. L 147 del 5 giugno 1997);
  • la Risoluzione del Consiglio del 4 dicembre 2006, concernente un manuale aggiornato di raccomandazioni per la cooperazione internazionale tra forze di polizia e misure per prevenire e combattere la violenza e i disordini in occasione delle partite di calcio di dimensione internazionale alle quali è interessato almeno uno Stato membro (Gazzetta ufficiale n. C 322 del 29 dicembre 2006);
  • la Decisione del Consiglio del 25 aprile 2002, concernente la sicurezza in occasione di partite di calcio internazionali , che istituisce punti nazionali d'informazione sul calcio per lo scambio delle informazioni e l'agevolazione della cooperazione internazionale tra forze di polizia (Gazzetta ufficiale n. L 121 dell’8 maggio 2002);
  • la Risoluzione del Consiglio del 17 novembre 2003 per l'adozione negli Stati membri del divieto di accesso agli impianti dove si svolgono partite di calcio di rilevanza nazionale e internazionale (Gazzetta ufficiale n. C 281 del 22 novembre 2003).